Attenzione: stai utilizzando un browser obsoleto, passa a un browser più moderno come Chrome, Firefox o Microsoft Edge

 

Cos’è il valore locativo?

Finalmente avete comprato casa: un sogno diventato realtà. Poi un giorno arriva la fattura delle imposte da pagare. Purtroppo non si tratta di un errore: chi possiede un’abitazione, infatti, deve dichiararne al fisco il valore locativo come reddito. Tale valore che viene calcolato sulla base dell’affitto teoricamente percepibile per l’immobile.

Ma perché pagare le tasse su un reddito mai percepito? Sembra assurdo, ma lo scopo del valore locativo è quello di garantire l’equità fiscale tra locatari e proprietari di casa, poiché nella maggior parte dei casi possedere un’abitazione è economicamente più vantaggioso che prenderla in affitto.

Per valore locativo (più precisamente «tassazione del valore locativo di un immobile ad uso del proprietario») si intendono le spese che il proprietario di una casa avrebbe dovuto sostenere se avesse preso l’immobile in affitto. Da un lato, un presupposto puramente teorico, dall’altro, tuttavia, anche un alleggerimento economico concreto sul patrimonio del proprietario: il valore locativo è soggetto all’imposta sul reddito.

Il calcolo del valore locativo viene effettuato in modo diverso a seconda del Cantone e varia in misura notevole da un luogo all’altro. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, il valore locativo è fissato in modo da essere inferiore al presunto reddito da locazione. In questo modo si vuole adempiere al mandato costituzionale di promuovere la proprietà abitativa.

Per informazioni più dettagliate sul valore locativo potete rivolgervi all’ufficio delle imposte comunale.

Chi possiede un immobile deve pagare le imposte sul valore locativo ma in compenso può dedurre gli interessi ipotecari e i costi di manutenzione. È importante tenere conto di queste possibilità di deduzione nella dichiarazione d’imposta per ridurre così l’onere fiscale aumentato dal valore locativo.
Il Parlamento sta discutendo già da tempo la proposta di abolire parzialmente la tassazione della proprietà abitativa. Tuttavia, la modifica di legge prevede uno sgravio fiscale solo per la prima casa nel luogo di domicilio – per le seconde case, come gli appartamenti di villeggiatura, il valore locativo continuerebbe ad essere tassato. La commissione parlamentare incaricata ha tempo fino all’autunno 2021 per presentare un disegno di legge al Consiglio degli Stati.
Prashika, Product Marketeer Sachversicherungen, Allianz Suisse
Prashika
Addetto marketing Assicurazione di cose 
Prashika è laureata in scienze sociali e dei media e lavora nel settore assicurativo da 3 anni. Quando non fa yoga, le piace cucire, cucinare e cantare – a volte anche contemporaneamente.
L’assicurazione perfetta per voi?
La troviamo con una consulenza individuale.
POTREBBE INTERESSARVI ANCHE

Assicurazione stabili

Se qualcosa di quello che possedete viene distrutto, la nostra Assicurazione stabili non potrà certo ricomprarvelo ma potrà pagare per voi le conseguenze economiche.

Assicurazione di economia domestica
Chi sceglie la combinazione giusta è a metà dell’opera. Componete la vostra assicurazione di economia domestica sulla base delle vostre esigenze e approfittate di un interessante sconto di combinazione.
Per le vostre quattro mura e tutto ciò che racchiudono: tanti consigli utili e una preziosa guida sul tema della casa.
Seguiteci