Attenzione: stai utilizzando un browser obsoleto, passa a un browser più moderno come Chrome, Firefox o Microsoft Edge

 

Cibercriminalità.
Che cos’è e come proteggersi.

  • La cibercriminalità può colpire chiunque.
  • Il danno causato è di solito enorme.
  • La cautela e una sana diffidenza sono la migliore protezione.
Prima ti rubano la password − poi il patrimonio. Un link promette una buona offerta − ma regala solo un virus. Più siamo disinvolti online, più Internet attrae i criminali. Un pericolo serio, perché la cibercriminalità colpisce tutta la Svizzera. Ecco i 7 tipi più diffusi di cibercriminalità e cosa fare per difendersi.
Gli hacker penetrano nelle reti aziendali. Manipolano i dati. Gli utenti vengono ricattati o i loro nomi divulgati. Tali atti illegali nel settore dell’informatica e delle telecomunicazioni sono il marchio di fabbrica dei cibercriminali. Il loro obiettivo con questi ciberattacchi è quello di ottenere denaro o intimidire le vittime. E i criminali informatici non operano solo individualmente, ma anche come associazioni a delinquere.
Abbiamo raccolto per voi i principali esempi di cibercriminalità. E vi sveliamo cosa potete fare per contrastarla.

1. Reti pubbliche contraffatte

Basta connettersi per navigare. Le WLAN gratuite sono una bella cosa e vengono ormai offerte quasi ovunque. Ma ci sono anche reti «pubbliche» contraffatte. Possono vedere tutto quello che fate online, ad esempio quando inserite i dati della carta di credito. E questo può avere conseguenze spiacevoli. 

Controllate a chi appartiene la rete. In caso di dubbio, chiedete o ripiegate su una rete a pagamento. Ad esempio su una VPN (la Virtual Private Network è una connessione di rete non visibile agli estranei).

2. Phishing

Un clic di troppo e il disastro è fatto. Nelle e-mail di phishing vi viene chiesto di fare qualcosa che pregiudica la vostra sicurezza. Ad esempio aprire un allegato infetto o un link a un sito web falsificato. Basta questo per «prendersi»un virus. 

Proteggetevi dal phishing evitando online banking, online shopping e social media sui computer pubblici. Durante l’uso privato, invece, assicuratevi di configurare sempre un’autenticazione a due fattori e di farvi inviare il codice di conferma sul vostro smartphone.

3. Furto della password

123TuttoSparito. Il furto della password è il più noto esempio di cibercriminalità. In questo caso, i cibercriminali ottengono l’accesso ai vostri account − presso la banca, la società della carta di credito o i negozi online. Provocando costi anche molto elevati. 

Idealmente dovreste impostare una password diversa e «resistente» per ogni sito web su cui avete un account. Usate sempre maiuscole e minuscole, così come numeri e segni di punteggiatura per le vostre password, e cambiatele regolarmente. Altri strumenti sicuri sono anche le password suggerite automaticamente dal computer o le app per una gestione sicura delle password.

4. Furto d’identità

Improvvisamente avete un sosia. I cibercriminali si spacciano per voi su Internet per ottenere i vostri dati sensibili. Il furto d’identità consiste nello scoprire il più possibile su di voi online per poi ottenere anche le vostre password. E poi arricchirsi a vostre spese. O nell’usare illecitamenente la vostra identità per attività fraudolente su piattaforme di commercio online o negli online shop.

Come già detto, usate sempre password resistenti e scegliete risposte non ovvie anche per le domande di sicurezza. Non rivelate mai il vostro indirizzo postale completo, il numero di qualsiasi documento d’identità o altre informazioni personali a meno che non sia assolutamente necessario. Non inviate versioni digitali del passaporto, della carta d’identità, della licenza di condurre, della licenza di circolazione o di documenti simili a persone che non siano affidabili al di là di ogni ragionevole dubbio. Ma è vero anche il contrario: se una persona vi manda uno di questi documenti in risposta a un vostro annuncio online per «dimostrare la sua identità» senza che voi lo abbiate chiesto, allora dovreste rizzare le orecchie.  

5. Software dannoso

L’e-mail sembra seria, ma il trucco è nell’allegato. Un attacco malware infetta computer o intere reti con un virus o un software dannoso che permette ai cibercriminali di assumerne il controllo. Ad esempio per rubare informazioni riservate, distruggere dati o paralizzare completamente il computer − e poi chiedere un riscatto. La cosa davvero subdola è che il cosiddetto malware può essere installato tramite un sito web o un’app o anche provenire da amici e conoscenti attraverso e-mail con software dannoso in allegato. Ma anche tramite codici QR contraffatti – tecnica questa diventata popolare durante la pandemia – che possono infettare il vostro cellulare.

Siate prudenti. Prima di scaricare o installare qualcosa sul cellulare o sul computer, leggete recensioni affidabili (ad es. su portali di valutazione come Trustpilot). Usate programmi antivirus e soluzioni antimalware affidabili. Ricorrete a una soluzione di sicurezza anche per il vostro smartphone.

6. Ciberspionaggio

I criminali informatici riescono anche a rubare dati sensibili, come leggiamo spesso sui giornali.: E la cibercriminalità e il ciberspionaggio non riguardano più solo la politica; anche aziende e privati sono a rischio. Spesso le vittime non se ne accorgono o se ne accorgono molto tardi, erché le e-mail portatrici di software dannosi sono preparate in modo tale da non destare sospetti. Corredate da richieste interessanti e inviti lusinghieri, installano inosservate un programma dannoso o di spionaggio che copia dati segreti o addirittura si impadronisce dell’intero computer per estorcere questi dati. Con perdite sono difficili da quantificare.  

Siate sospettosi. Soprattutto nei confronti di adulatori sconosciuti che vi spediscono documenti via e-mail senza che li abbiate chiesti. Eseguite regolarmente gli aggiornamenti raccomandati per i vostri programmi antivirus e le soluzioni anti-malware. 

7. Cibermobbing

Chiunque può diventare vittima. Il cibermobbing include tutti i tipi di molestie online come lo stalking, le molestie sessuali, il doxing (rivelare dati personali di una persona senza il suo consenso) e il fraping (entrare nei social media di una persona e creare post falsi a suo nome). I ragazzi e i bambini sono particolarmente a rischio e dovrebbero essere sensibilizzati in merito a questo problema già in giovane età. Perché i danni durano a lungo. 

Non abbiate paura di parlarne. Fate attenzione quando pubblicate foto e video − quello che finisce in rete non sparisce mai più. Informatevi − ad esempio nella nostra guida sul cibermobbing.

  • Tenete aggiornati i vostri programmi e il sistema operativo, compreso il software antivirus. 
  • Usate l’autenticazione a due fattori, password resistenti e risposte complesse alle domande di sicurezza.
  • Non aprite mai gli allegati o i link delle e-mail di spam. State attenti anche agli allegati delle e-mail provenienti da familiari e conoscenti. 
  • Non rivelate informazioni personali se avete dei dubbi.
  • Tenete d’occhio i vostri estratti conto.

Le vittime della cibercriminalità possono contattare gli enti per lalotta contro la cibercriminalità riconosciuti dall’UFCOM.

Siete stati vittime di cibermobbing? Create screenshot di pagine web, cronologie di chat o SMS. Se necessario chiedete aiuto ad altri − ad esempio a un centro di sostegno per le vittime o un centro di consulenza per i giovani. Per saperne di più, leggete anche la nostra guida sul cibermobbing.

Ad esempio la nostra Protezione Rischi informaticidummy . Con questa copertura, ci assumiamo i costi per la rimozione dei software dannosi o il ripristino dei vostri dati sul laptop, assistendovi nelle richieste d’indennizzo e coprendo eventuali costi per avvocati, processi, perizie o mediazioni. 
Prashika, Product Marketeer Sachversicherungen, Allianz Suisse
Prashika
Addetto marketing Assicurazione di cose 
Prashika è laureata in scienze sociali e dei media e lavora nel settore assicurativo da 3 anni. Quando non fa yoga, le piace cucire, cucinare e cantare – a volte anche contemporaneamente.
L’assicurazione perfetta per voi?
La troviamo con una consulenza individuale.
POTREBBE INTERESSARVI ANCHE

Protezione online e acquisti
La nostra protezione combinata conto e Internet protegge carte di credito e conti durante gli acquisti online e i diritti della personalità in Internet.

Protezione casa

La nostra protezione casa è l’integrazione ideale dell’assicurazione di economia domestica. Con tantissime prestazioni complementari per tutte le emergenze.
Molti prodotti e servizi includono un’assicurazione senza costi aggiuntivi. Scoprite quali coperture assicurative forse avete già senza neanche saperlo.
Seguiteci