Targhe trasferibili:
cosa c’è da sapere.

Una splendida giornata di sole è l’occasione perfetta per una gita in cabrio o per tirare fuori dal garage l’auto d’epoca. Con una targa trasferibile è tutto più facile. La targa trasferibile è la soluzione ideale per chi possiede due veicoli che non circolano mai contemporaneamente, perché non solo è comoda ma permette anche di risparmiare.
Un solo proprietario. Un’unica targa trasferibile. Massimo due veicoli. Inoltre, il luogo di stanza deve essere nello stesso cantone e i veicoli devono appartenere alla stessa categoria. Questo significa che non è possibile utilizzare la stessa targa per un’auto e una moto, per esempio. È inoltre importante considerare che le norme per auto d’epoca, macchine operatrici, rimorchi e ciclomotori possono variare da cantone a cantone.

Le targhe trasferibili permettono un doppio risparmio: sulla tassa sul traffico stradale e sull’assicurazione. Le imposte vengono calcolate solo sul veicolo più caro. E anche l’assicurazione di responsabilità civile obbligatoria per i veicoli a motore si applica solo al mezzo con il premio più alto.

Solo l’assicurazione casco totale o parziale deve essere stipulata separatamente per ogni veicolo ma è comunque previsto uno sconto per la seconda auto. O perlomeno con Allianz.

La targa trasferibile deve essere applicata al veicolo non appena questo circola su suolo pubblico. Da questo momento sussiste copertura assicurativa, anche quando il mezzo è semplicemente parcheggiato in strada.

Su suolo privato, per esempio sullo spiazzo antistante all’abitazione, la copertura vale anche se il veicolo è sprovvisto di targa nel caso di furto, danni causati da maltempo, morsi di martora ecc.

Per richiedere la targa trasferibile basta presentarsi all’Ufficio della circolazione muniti di attestato di assicurazione e licenza di circolazione e compilare la proposta assicurativa. Tutto qui, esattamente come per le targhe normali.
Possedete un veicolo che non utilizzate mai d’inverno? In questo caso è possibile depositare la targa presso l’Ufficio della circolazione stradale, risparmiando sulle tasse sul traffico e sui premi assicurativi durante il periodo di deposito. L’Ufficio della circolazione stradale informa automaticamente l’assicurazione del deposito. Per utilizzare nuovamente il mezzo basta ritirare la targa entro dodici mesi con l’attestato di assicurazione.

Chi possiede due automobili che non circolano mai contemporaneamente può risparmiare sulle tasse e sui premi assicurativi richiedendo la targa trasferibile.

Se si utilizza un veicolo solo stagionalmente si può invece richiedere il deposito della targa, anche in questo caso con un ottimo risparmio.

POTREBBE INTERESSARVI ANCHE QUESTO

Assicurazione auto

Partite. Macinate chilometri. Scoprite nuovi orizzonti. Con la nostra assicurazione auto, nulla potrà trattenervi.

Assicurazione moto

Montate in sella e partite alla scoperta di nuovi orizzonti. Con la nostra promessa di essere al vostro fianco quando le cose non vanno per il verso giusto.

CAP Protezione giuridica circolazione
Non è infrequente che un banale incidente sfoci in una causa legale. Con la protezione giuridica circolazione della nostra affiliata CAP siete sempre tutelati al meglio.
Seguiteci