Tre assicurazioni che abbiamo scelto di non proporre

  • Traslochi
  • Cauzione d’affitto
  • Animali domestici
Maggiori informazioni sulle assicurazioni
Ci sono prodotti assicurativi che, nonostante la grande richiesta, abbiamo deliberatamente scelto di non inserire nella nostra offerta. Il motivo è semplice: non proponiamo assicurazioni per le quali non siamo in grado di offrire un giusto rapporto qualità-prezzo.  Scoprite tre assicurazioni che riteniamo superflue e che quindi non offriamo.
Assicurazioni inutili

Un divano costoso, la TV a schermo piatto, l’acquario: quando si fa un trasloco c’è sempre il rischio di danneggiare qualcosa. Per questo, molte compagnie offrono un’assicurazione per i traslochi, che promette una copertura completa dei beni trasportati a prescindere dal fatto che a danneggiarli siate voi o chi vi aiuta a traslocare.

Tuttavia, vi consigliamo di verificare bene che cosa copre realmente l’assicurazione e se nel vostro caso vale la pena sottoscriverla:

  • spesso i danni che si possono verificare durante il montaggio o lo smontaggio dei mobili non sono coperti;
  • normalmente sono esclusi i danni causati dalla ditta di traslochi;
  • i premi sono relativamente elevati per un solo trasloco.
Assicurazioni inutili: Assicurazioni traslochi
Assicurazioni inutili
Invece di acquistare a caro prezzo una polizza per il trasloco, vi consigliamo di controllare cosa coprono le polizze che avete già:
  • nell’assicurazione mobilia domestica Allianz le vostre cose sono già assicurate contro eventuali danni e perdite durante un trasloco a condizione che traslochiate da soli senza affidarvi a una ditta;
  • se le persone che vi aiutano danneggiano qualcosa interviene normalmente la loro assicurazione di responsabilità civile privata;
  • se volete assicurare la mobilia domestica per tutto l’anno contro i danni di cui siete responsabili voi, potete sottoscrivere una polizza All Risk. A seconda della somma assicurata, il premio supplementare corrisponde all’incirca al costo di un’assicurazione traslochi una tantum.

Nella maggior parte dei casi, quindi, non serve sottoscrivere una polizza extra per il trasloco, anzi, a seconda del caso, si rischia di avere un’assicurazione doppia.

Nella guida sulle doppie assicurazioni potete scoprire su quali sono le altre assicurazioni di cui potete fare a meno.

se il trasloco lo fa una ditta, è questa in genere a rispondere degli eventuali danni.

Come se fare un trasloco non fosse già abbastanza stressante, a copertura di eventuali danni causati come locatari si deve versare normalmente una cauzione pari a massimo tre mesi di affitto.

Anziché depositare la cauzione su un apposito conto presso una banca è possibile optare per un’assicurazione della cauzione d’affitto. Di primo acchito sembrerebbe una buona idea: nel momento in cui entrate in un nuovo appartamento non versate alcuna cauzione e quando lo lasciate è l’assicurazione a intervenire per coprire eventuali danni. Attenzione però:

  • mentre con la soluzione bancaria al termine del rapporto di locazione ricevete indietro la cauzione, se optate per un’assicurazione dovete pagare un premio annuo più una commissione alla scadenza della polizza – tutti soldi che non rivedrete mai più;
  • inoltre, l’assicurazione si limita di solito ad anticipare i costi per eventuali danni, ma alla fine siete voi o la vostra assicurazione di responsabilità civile privata a doverli pagare.

Tutto sommato, quindi, non ne vale la pena. Per questo motivo, oltre a ritenere questa assicurazione inutile vi consigliamo espressamente di non acquistarla. E la pensa così anche l’Associazione Svizzera Inquilini (in tedesco).

Per maggiori informazioni sulla cauzione vi invitiamo a consultare la nostra guida sull’assicurazione della cauzione d’affitto.

Assicurazioni inutili: Cauzione d'affitto
Assicurazioni inutili: Animali domestici

Un’assicurazione sanitaria per Fido? Una polizza contro gli infortuni per Grisù? Ciò che è prassi comune per gli animali da allevamento sta diventando sempre più popolare anche per gli animali domestici. Certo, andare dal veterinario è spesso costoso e un infortunio o una malattia prolungata dell’amato amico a quattro zampe possono costare un sacco di soldi.

Ma, nonostante la crescente domanda per questi prodotti, non proponiamo volutamente assicurazioni per gli animali domestici, perché riteniamo che sia praticamente impossibile offrire un rapporto qualità-prezzo adeguato:

  • in genere i premi annui per la polizza di un animale domestico sono così alti che moltiplicati per i suoi anni di vita ammontano al costo di un’operazione chirurgica;
  • inoltre, la maggior parte delle assicurazioni per animali domestici non eroga prestazioni in caso di malattie croniche o disturbi ereditari, ossia proprio le patologie che spesso comportano i costi maggiori.

A nostro parere, quindi, questa assicurazione non è necessaria. E non siamo i soli a pensarla così: la rivista per consumatori K-Tipp è giunta alla stessa conclusione (in tedesco). A chi possiede un animale domestico consigliamo quindi di mettere da parte un po’ di soldi ogni mese invece di stipulare un’assicurazione, in modo da avere una riserva per i casi di emergenza.

Partite per le vacanze e portate con voi cane o gatto? Allora potrebbe interessarvi la nostra Assistance Top, che in caso di panne all’estero copre anche il rientro o la continuazione del viaggio per gli animali domestici.

L’assicurazione perfetta per voi?
La troviamo con una consulenza individuale.
Richiedi una consulenza
Desiderate una consulenza? Vorreste sapere qual è l’agenzia più vicina? Qui trovate tutte le nostre agenzie. In modo semplice e rapido.
 
Vicine a voi
I nostri clienti usufruiscono di esclusivi vantaggi e agevolazioni, presso di noi e i nostri partner convenzionati.
 
Provare per credere
POTREBBE INTERESSARVI ANCHE
Scoprite con i nostri 4 consigli di quali assicurazioni non avete bisogno, e investite piuttosto i soldi risparmiati nelle cose belle della vita.
Tutelatevi dalle lacune assicurative e risparmiatevi inutili seccature con i nostri 4 consigli.
Le assicurazioni sono tante, così come le domande al riguardo: servono veramente tutte? Quali sono obbligatorie e quali sono comunque utili?
Seguiteci