Stress

  • Datore di lavoro
  • Dipendenti
  • Le nostre offerte per le imprese
Torna all’Health Corner

Multitasking, flessibilità e raggiungibilità continua –  il mondo del lavoro pretende tanto e lascia il segno:  al giorno d’oggi sono in tanti a dover fare i conti con stress e spossatezza. In questa pagina scoprirete come lo stress dei dipendenti si riflette sull’azienda e cosa può fare il datore di lavoro per contrastare un livello di stress malsano in azienda. 

Nella sezione Datore di lavoro trovate utili suggerimenti per evitare lo stress sul posto di lavoro mentre nella sezione Dipendenti trovate una serie di documenti che potete distribuire ai dipendenti.

INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI

I lavoratori colpiti da stress sono i primi a soffrire della loro condizione, ma anche le aziende devono fare i conti con le conseguenze dello stress. Secondo il Job Stress Index 2015, pubblicato da Promozione Salute Svizzera, poco più di un lavoratore su cinque soffre di stress e uno su cinque si sente spossato.

Per i datori di lavoro ne risulta un danno economico di 5 miliardi di franchi all'anno.

Le fonti di stress nell'odierno mondo del lavoro sono varie e molteplici e altrettanto lo sono i modi per contrastarlo. Ma quali sono i fattori che scatenano una situazione di stress?

Multitasking: diversi incarichi devono essere portati a termine contemporaneamente, velocemente e in modo ineccepibile. Se questa situazione si presenta saltuariamente, non è un problema. Tuttavia, il multitasking sta diventando la regola. Sollecitare contemporaneamente il cervello con diversi compiti porta a commettere più errori e soprattutto è causa di stress.

Interruzioni: la concentrazione non solo è essenziale per ottenere un risultato di qualità ma è anche fondamentale per la propria serenità interiore. Le interruzioni continue al contrario disturbano il flusso di pensieri e portano a sentirsi sotto pressione per il poco tempo a disposizione.

Ansia da mancanza di tempo e da prestazione: una riunione dopo l’altra, la lista delle cose da fare che si allunga sempre più, il tempo che fugge. Conciliare l’agenda strapiena con le aspettative di colleghi e superiori diventa una sfida giornaliera.

Oltre a misure strutturali interne, per esempio una gestione professionale dei cambiamenti e dei conflitti o modelli di lavoro flessibili, è il comportamento dei superiori ad influire in modo decisivo sul livello di stress psichico dei lavoratori. In particolare, i superiori dovrebbero considerare la loro responsabilità nel contribuire a un buon equilibrio tra vita professionale e privata come un’opportunità per avere collaboratori soddisfatti e motivati.

  • Evitare le punizioni
    Per quanto un errore possa essere irritante, se ne può sempre imparare qualcosa.  Invece di «punire» i collaboratori che hanno sbagliato, evidenziate piuttosto nel team il potenziale di apprendimento che c’è in ogni errore.
  • Mostrare apprezzamento
    Il feedback non andrebbe dato soltanto in contesti negativi. Lodate i vostri collaboratori per le buone idee e l’ottimo lavoro svolto..
  • Creare l’atmosfera giusta
    Un’atmosfera rilassata è un presupposto per stare bene. Anche se può sembrare facile e scontato, siate gentili e rispettosi con i vostri collaboratori, promuovete il pensiero positivo e lasciate spazio all’umorismo durante la giornata di lavoro.
  • Distribuire adeguatamente i compiti
    Nel delegare i compiti, adeguate i requisiti alle capacità e alle qualifiche dei vostri collaboratori. Tenete conto anche dei loro obiettivi individuali di sviluppo e professionali.
  • Cercare lo scambio
    Mostratevi aperti verso i vostri collaboratori e cercate attivamente lo scambio con loro. Accettate anche il feedback nei vostri confronti.
  • Motivare
    Quello che viene percepito come uno stimolo può variare molto da persona a persona: la motivazione infatti non consiste solo in lodi e parole di incoraggiamento, anche la delega di compiti di responsabilità può risultare molto motivante.
  • Mostrare fiducia
    Evitate i controlli eccessivi e accordate fiducia ai vostri collaboratori.

 

Queste misure possono avere successo soltanto se i collaboratori sono coinvolti attivamente in una gestione migliore dello stress. Ma per far ciò devono prima diventare consapevoli del proprio stress. Nella sezione «Dipendenti» trovate la descrizione dei sei principali sintomi di stress.

Il fatto di essere continuamente sotto pressione ha conseguenze gravi per il corpo e la psiche. Tuttavia, le persone stressate spesso non si rendono conto di essere già in un meccanismo perverso. Diventare consapevoli del proprio livello di stress è un passo importante per poterlo contrastare.

Avete mai avuto uno di questi tipici disturbi da stress?

Disturbi gastrici
Lo stomaco reagisce a gravi preoccupazioni così come agli errori alimentari dovuti allo stress con una maggiore produzione di acidi. Soffrite dio bruciori di stomaco, riflusso gastrico, crampi allo stomaco o sensazione di pienezza.

Irritabilità
Vi sentite spesso sotto pressione ed «esplodete» per delle sciocchezze, sia sul lavoro che nella vita privata.

Disturbi del sonno
Il lavoro vi perseguita anche nel sonno: oltre ad avere difficoltà ad addormentarvi, vi svegliate spesso o sognate i lavori che dovete ancora sbrigare. Riposarsi è impossibile: il giorno dopo tornate in ufficio sfiniti.

Dolori
Man mano che si avvicina la scadenza, non aumentano soltanto i ritmi di lavoro, ma anche le tensioni muscolari. Le conseguenze vanno da fastidiose tensioni fino a mal di testa, male al collo e dolori alla schiena.

Isolamento
A causa della mancanza di tempo trascurate i vostri contatti sociali. Invece di parlare dei vostri problemi con il partner o gli amici, vi sedete sfiniti davanti alla TV.

Mangiare per stress
I pasti si riducono a una semplice assunzione di cibo. La cosa più importante è che siano rapidi e che sazino. In alternativa, si diventa vittime delle «abbuffate da frustrazione»: cioccolata, patatine e simili servono a compensare la vostra insoddisfazione.

Seguite i nostri suggerimenti per ridurre lo stress da lavoro.

Suggerimenti per il datore di lavoro: stampate e mettete a disposizione dei vostri collaboratori i 6 suggerimenti seguenti.

Le nostre offerte tengono conto dell’interazione tra datore di lavoro e dipendenti.

Workshop «Riconoscere per tempo problemi e stress»

I rischi psicosociali, quali mobbing, discriminazioni o pressioni psichiche, ostacolano la salute dei singoli in modo rilevante e hanno effetti negativi sull’azienda. Riconoscere precocemente questo logorio psichico e adottare interventi adeguati consente di prevenire stress e burnout.

Durata: 1 giorno
Costo: circa CHF 2‘800

Workshop «Gestione dello stress»

Questo workshop insegna a valutare correttamente le situazioni di stress a livello individuale, a riconoscere le proprie reazioni allo stesso e a sviluppare nuove strategie per contrastarlo. I partecipanti apprendono le relazioni esistenti tra fattori di stress, reazioni fisiche e psichiche e possibili ripercussioni sulla vita lavorativa e sulla salute. Inoltre, imparano ad adottare misure volte a superare le situazioni di stress, come il rilassamento muscolare progressivo o la gestione dei pensieri negativi.

Durata: 1 giorno
Costo: circa CHF 2'800

Desiderate saperne di più?
Contattateci
L’assicurazione perfetta per voi?
La troviamo con una consulenza individuale.
Richiedi una consulenza
POTREBBE INTERESSARVI ANCHE QUESTO
La gestione della salute in azienda (GSA) comprende tutte le strutture e le procedure aziendali volte a promuovere e migliorare la salute dei dipendenti.
 
Seguire un’alimentazione corretta è molto importante sia nella vita privata che sul lavoro.
 
Scoprite come incoraggiare i vostri dipendenti a fare attività fisica.
 
Seguiteci