2016

Contatti e servizi

Recapito postale:   Sede principale:
Allianz Suisse           Allianz Suisse
Casella postale         Richtiplatz 1
8010 Zürich              8304 Wallisellen

Contattateci dal lunedì al venerdì, dalle 7:30 alle 18:00
Tel.: +41 58 358 71 11




   

Allianz Suisse: danni milionari a causa dei borseggi

Allianz-allianz_flagge2

Wallisellen, 20 ottobre 2016 – Borse, portafogli e smartphone continuano ad essere nel mirino dei borsaioli, come dimostra un'analisi condotta da Allianz Suisse sui relativi sinistri negli ultimi cinque anni. Allianz Suisse registra annualmente una media di 3'300 borseggi, anche se la tendenza è fortunatamente in calo.

Che la borsetta sia la compagna inseparabile di ogni donna, si sa – ma la tracolla ha conquistato ormai anche gli uomini, diventando un vero accessorio di stile. Una borsa contiene in genere numerosi oggetti personali che possono anche essere di valore, come orologio, gioielli, denaro, notepad o l'ultimo modello di smartphone. Un potenziale bottino di grande interesse per i borseggiatori. Basta un attimo di disattenzione sul treno, al bar o al ristorante e la borsa sparisce per sempre. I ladri hanno sviluppato ormai tecniche molto raffinate e sono così abili che la vittima del furto si accorge dell’accaduto quando ormai è troppo tardi e il borseggiatore è già scappato.

Canton Zurigo: il più amato dai borsaioli
I danni sono notevoli: negli ultimi cinque anni Allianz Suisse ha registrato un totale di circa 16'500 borseggi in Svizzera, con un costo medio di circa 800 franchi per sinistro. Il numero di borseggi è particolarmente elevato nel Cantone di Zurigo: 570 i sinistri denunciati ad Allianz Suisse solo nel 2015, ossia quasi il doppio rispetto ai 320 registrati nel Cantone di Berna. La classifica dei furti vede nelle posizioni successive i Cantoni Vallese (180 sinistri), Ginevra (179) e Argovia (148). Tuttavia dal 2011 si registra un calo di tendenza: rispetto ai 3'000 borseggi denunciati ad Allianz Suisse cinque anni fa, infatti, il numero dei sinistri è diminuito nel 2015 di quasi il 30% scendendo a quota 2'168. "Questo è un trend positivo ma può subire in qualsiasi momento un'inversione. Le iniziative di sensibilizzazione condotte dalla polizia e dalle compagnie di assicurazione hanno comunque sortito il loro effetto negli ultimi anni", dichiara Markus Deplazes, direttore del comparto Sinistri di Allianz Suisse.

Smartphone: un'ambita refurtiva
Le statistiche relative al furto di telefoni cellulari rivelano un quadro molto simile a quello dei borseggi. Nel 2011 Allianz Suisse ha registrato in totale circa 12'000 denunce di furto di cellulari, con un costo medio di circa 500 franchi per sinistro. Anche qui il Cantone di Zurigo si aggiudica il primo posto in classifica con circa 1'600 furti dal 2011, seguito dal Cantone di Berna con circa 900 sinistri e dai Cantoni Ginevra (480), Vallese (474) e Argovia (357). La tendenza è leggermente in calo: dal 2011 ad oggi il numero dei sinistri è sceso infatti di circa il 15%.

Come evitare il borseggio
Per le borse come pure per gli smartphone vale la raccomandazione di tenere gli occhi bene aperti e la borsa ben chiusa, perché la prima cosa da fare è rendere il furto il più possibile impraticabile. Soldi e carte di credito andrebbero custoditi nelle tasche interne degli abiti e tenute vicine al corpo. Borse e borsette devono essere sempre chiuse e portate sul davanti o sotto il braccio e, al bar o al ristorante, non vanno mai appese semplicemente alla sedia o lasciate incustodite. E quando si fa un acquisto è bene non lasciare mai il portafoglio in bella vista nel cestino perché l'occasione, si sa, fa l'uomo ladro.

 
Il valore affettivo della borsa o dello smartphone rubati non è purtroppo risarcibile, ma con l'assicurazione mobilia domestica (furto semplice fuori casa) si ottiene quanto meno l'indennizzo economico del danno (la franchigia è di 200 franchi). Allianz Suisse offre anche la possibilità di assicurare il furto di denaro contante senza franchigia con una copertura complementare.

Allianz Suisse: danni milionari a causa dei borseggi

  I vostri referenti in Allianz Suisse

Hans-Peter Nehmer

Allianz-Hans-Peter Nehmer

Responsabile Comunicazione aziendale
Tel.: +41 58 358 88 01
hanspeter.nehmer@allianz.ch

Bernd de Wall

Allianz-Bernd de Wall

Senior Spokesperson
Tel.: +41 58 358 84 14
bernd.dewall@allianz.ch

Allianz-Icon


Abbonatevi ai nostri comunicati stampa per essere sempre al corrente delle novità di Allianz Suisse.

  Media Newsroom della Allianz Suisse

  Breve profilo del Gruppo Allianz Suisse

Con una raccolta premi di oltre 3.8 miliardi di franchi, il Gruppo Allianz Suisse è fra le principali compagnie assicurative in Svizzera. Il Gruppo Allianz Suisse è composto da diverse società, tra queste: Allianz Suisse Società di Assicurazioni SA, Allianz Suisse Società di Assicurazioni sulla Vita SA, CAP Compagnia d'Assicurazione di Protezione Giuridica SA e Quality 1 AG. Il Gruppo Allianz Suisse opera nei settori assicurazione, previdenza e gestione patrimoniale, ha circa 3'500 dipendenti ed è parte del gruppo internazionale Allianz, presente in oltre 70 paesi distribuiti in tutti i continenti. Nel 2013 il Gruppo Allianz è stato nominato Super Sector Leader nell'indice di sostenibilità del Dow Jones (Dow Jones Sustainability Index, DJSI), una classifica molto autorevole a livello mondiale nella quale il Gruppo, dal 2000, figura regolarmente nelle primissime posizioni.

In Svizzera sono oltre 930'000 i privati e oltre 100'000 le aziende che si affidano, in ogni fase della loro esistenza, alla consulenza e ai prodotti assicurativo-previdenziali di Allianz Suisse. Una fitta rete di sedi ed agenzie (130 in tutto) garantisce peraltro una presenza capillare in ogni regione del paese.

Allianz Suisse è partner ufficiale della Croce Rossa Svizzera, di Swiss Paralympic e dello Swiss Economic Forum (SEF). Dalla stagione 2012/13 Allianz Suisse è sponsor della Swiss Football League.

Nota sulle indicazioni previsionali
Previsioni, supposizioni o affermazioni su avvenimenti futuri eventualmente contenute nel presente documento possono essere legate a rischi e variabili di natura nota e ignota. Gli eventi e gli sviluppi reali possono perciò discostarsi anche di molto da quanto indicato. Oltre che da altri motivi qui non riportati, tali scostamenti possono dipendere da mutazioni del quadro economico generale e concorrenziale, soprattutto nei settori di attività e sui mercati principali nei quali Allianz opera, da acquisizioni e successive fusioni societarie e infine da misure di ristrutturazione. Differenze possono risultare inoltre dall'entità e dalla frequenza dei casi assicurati, dai tassi di storno, dagli indici di mortalità e dalla diffusione di malattie; in particolare, nel settore bancario, dall'insolvenza dei beneficiari di crediti. Possono influire anche l'andamento dei mercati finanziari e dei tassi di cambio, nonché variazioni normative a livello nazionale e internazionale, soprattutto in materia fiscale. A incrementare la probabilità e l'entità degli scostamenti possono altresì concorrere eventuali attacchi terroristici e le relative conseguenze. Sulle situazioni qui esposte possono influire anche i rischi e le incognite descritti nei vari comunicati inviati da Allianz SE alla US Securities and Exchange Commission. La Società non assume in alcun modo l'impegno di aggiornare le informazioni riportate nella presente comunicazione.